I Nostri Sostenitori

  • donnaru
  • fasulo
  • giannattasio
  • luna
  • malango
  • malangone
  • Mogavero
  • pandolce
  • okcomunicare
  • rago
  • trapanese
  • isea onlus
  • playma
  • carducci
  • bootstrap slideshow
  • europat natale
bootstrap slideshow by WOWSlider.com v8.8

La scalata di Vincenzo

Il giovane modello Vincenzo Borsa, 25 anni

“riceviamo e volentieri pubblichiamo” La redazione

L’ultimo rapporto Censis sull’Italia oltre a delineare il ritratto di un Paese in declino, anagraficamente sempre più vecchio, ci descrive come una comunità in via di disgregazione, impaurita, che oltre alla speranza in un futuro migliore sta perdendo anche la solidarietà. Un Paese incattivito e che tratta sempre peggio i suoi giovani, per cui quando si apprende che qualcuno di loro (e per fortuna sono ancora tanti) non si rassegna al torpore e si danna l’anima per emergere e trovare lavoro, è come un raggio si sole che filtra tra le nubi di un uragano, un filo d’erba che spunta tra i sassi. E’ il caso di Vincenzo Borsa, 25 anni, giovane modello di Pontecagnano Faiano che prova a bruciare le tappe del proprio percorso di vita, a mangiarsi il proprio destino anziché farsi mangiare. Salito alla ribalta della recente cronaca locale grazie alle ultime fruttuose apparizioni – vincitore del concorso “Sposi ma non solo” l’8 novembre scorso, apparso nel videoclip “Si nun tuorn tu” dell’emergente rapper Alessio Giordano in arte Hales – l’abbiamo incontrato per una breve intervista.

Quando hai scoperto il tuo interesse per la moda?

«Cominciò quasi per gioco, quando un noto parrucchiere di Pontecagnano Faiano (Sica Bruno) mi invogliò affinché partecipassi ad un concorso locale (si chiamava “Miss e Mister Auto d’Epoca”). Ero appena maggiorenne.»

Vincenzo Borsa con il noto parrucchiere di Pontecagnano Faiano Bruno Sica

Ricordaci come andò quel concorso

«E chi se lo scorda! Erano i miei primi passi, pieno di vergogna. Le gambe che mi tremavano ed i continui dubbi su cosa ci facessi lì. Ad un certo punto, un attimo prima di sfilare, sbirciando il pubblico mi dissi “Ma quanta gente c’è? No, io non esco”. Stavo quasi per fermarmi e tornare indietro ma poi mi feci coraggio ed entrai “Ormai ci sono, come va va” mi ripetei. Al mio ritorno ero ancora incredulo, un nodo in gola e la strana sensazione di scoprirmi triste e felice nello stesso tempo. Avevo capito che quello era ciò che volevo fare. Il mio sogno, il mio scopo da realizzare. Forse quel giorno, quella prima passerella, mi ha cambiato la vita. Mi ha indicato una strada. Tra l’altro vinsi anche una fascia (la cosa più inaspettata di tutte) quella di Mister portamento.»

Data la precarietà del lavoro ormai da tempo si assiste in Italia ad una vera e propria fuga dei giovani (specie del sud) dal proprio luogo natìo. Perché le occasioni migliori sono altrove. E’ così anche nell’ambito della moda?

«E’ il solito discorso. Qui al sud in realtà avremmo tantissimi motivi per restare, tante ricchezze da sfruttare e che ci farebbero crescere. Ma non lo facciamo. Se poi parliamo di fashion, si sa, la capitale italiana è Milano.  E’ l’approdo naturale per chi lavora in quest’ambito. Ed io m’impegno tutti i giorni per raggiungerlo.»

Ti dividi tra il lavoro di indossatore, i videoclip musicali e i provini tv. In questo momento qual è la tua principale ambizione?

«La passerella è la mia isola preferita. D’altra parte ho cominciato facendo l’indossatore per aziende d’abbigliamento locali e riviste specializzate di piccola diffusione. Collaboro con brand, comparse da protagonista in video musicali, e mi propongo a casting molto importanti a livello nazionale. Ma tra gli shooting fotografici, le ospitate tra radio e web tv, ed i provini per agenzie nazionali, è senz’altro la moda il mio primo amore. Ma naturalmente sono pronto a cogliere tutte le occasioni che mi si presentano, con l’animo e la predisposizione che servono. Ossia lo spirito di chi sa che non deve limitarsi ad aspettare che il treno giusto passi e si fermi davanti a lui. Se non si ferma io ci provo comunque e ci salgo in corsa!»

Per inseguire il suo sogno e coltivare le sue passioni Vincenzo Borsa è dunque pronto alla scalata. Anche a mani nude e senza fune di sicurezza. Perché il coraggio non va mai giù di moda.

2019 Anno 12 n°4

ilpontenuovo-4-2019_Page_01

Scarica il pontenuovo 2019 anno 12 n°4

Sfoglia il pontenuovo 2019 anno 12 n°4

OGNI GIORNO È UN GIORNO DA RACCONTARE!

La Redazione
Riceviamo e volentieri pubblichiamo la seguente recensione.

Alessio Giordano in arte Hales classe ‘92 rapper emergente della zona orientale di Salerno si è avvicinato alla musica rap per gioco con un suo amico e da allora è nata la passione e non ha più smesso.   Grazie alla musica ha trovato un libero sfogo “un motivo per combattere i suoi demoni interiori e i fantasmi del passato”. Ha avuto anche modo di esibirsi a vari eventi tra cui la notte bianca nel 2018 a piazza Gloriosi di Torrione. Ha anche una pagina ufficiale facebook e instagram “Hales Giordano” Il prossimo singolo si intitola “Si nun tuorn tu“. La data precisa di uscita è ancora da stabilire ma sicuramente sarà entro la fine di agosto. Con la partecipazione da protagonista del noto modello di Pontecagnano Faiano Vincenzo Borsa (Otb films produzione). Le parole di Vincenzo alla fine fanno effetto!!! Ciò che si fa per amore o passione non sarà mai un errore!!!

2019 Anno 12 n°3

ilpontenuovo-3-2019_Page_01

Scarica il pontenuovo 2019 anno 12 n°3

Sfoglia il pontenuovo 2019 anno 12 n°3

2019 Anno 12 n°2

ilpontenuovo-2-2019_Page_01

Scarica il pontenuovo 2019 anno 12 n°2

Sfoglia il pontenuovo 2019 anno 12 n°2

2019 Anno 12 n°1

ilpontenuovo-1-2019_Page_01

Scarica il pontenuovo 2019 anno 12 n°1

Sfoglia il pontenuovo 2019 anno 12 n°1

2018 Anno 11 n°2

ilpontenuovo-2-2018_Page_01

Scarica il pontenuovo 2018 anno 11 n°2

Sfoglia il pontenuovo 2018 anno 11 n°2

I SOGNI NEL CASSETTO FANNO LA MUFFA

La Redazione

Vincenzo Borsa

Il motto di Vincenzo Borsa, modello di Pontecagnano Faiano, da il titolo al nostro articolo. Lui, una personalità spiccata e forte, dal 2013 non ha mai smesso di sognare. Lo abbiamo visto come socio organizzatore della manifestazione per ragazzi Street Festival, che ha movimentato le piazze di Pontecagnano x lunghe giornate. Da allora x Vincenzo, è stato un crescendo di comparse, sfilate ed esibizioni, come l’evento di Galassia Moda, e le registrazioni per un programma di moda in tv. Insomma, il nostro modello non si è fatto mancare mai nulla, e insieme al sorriso sempre stampato sul volto, ha sempre lottato per raggiungere traguardi altissimi. Ricordiamo la fascia di Mister Portamento, e i meravigliosi successi con Mister Granata, Mister Modello Italia, ancora la sua importante presenza a Milano con Armani. Vincenzo ha una gran voglia di crescere x sfondare sotto i riflettori, e infatti la sua partecipazione all’accademia del cinema con Raffaele la Rocca ci da tutte le conferme della sua passione. Ultimamente si è fatto notare x classe ed eleganza sul catalogo di uno dei negozi più rinomati della provincia: Jole Boutique. Il carnet di Enzo è ormai pieno di impegni, e manteniamo ancora segrete le sue tantissime novità e date già chiuse. Non ci resta che continuare a seguirlo… e insieme a lui continuare a sognare, aprendo i cassetti e mettendo le ali.

Ad maiora Enzo!

TRIONFO PER IL TEAM PICARO

di Ernesto Arduino

Da sinistra a destra: Rossomando, Noschese, Cappuccio e Picariello. In basso il loro istruttore Giuseppe Picaro.

IL 25-26-27 maggio scorsi si è svolta a Massa Carrara la finale del campionato italiano di Kick Boxing  WTKA al quale hanno partecipato numerosi atleti tra cui anche quattro giovani rappresentanti del Team Picaro di Pontecagnano Faiano i quali (tutti e quattro nelle rispettive categorie!) hanno conquistato il titolo di campione italiano 2018 e precisamente: Picariello Francesco primo classificato nella categoria -69 kg. Light Contact,  Rossomando Ettore primo classificato nella categoria +69 kg. Kick Light, Noschese Elisa prima classificata nella categoria -70 kg. Kick Light e Cappuccio Alessandro primo classificato nella categoria -47 kg.Kick Light. A suggellare l’assoluta eccezionalità di un trionfo che, grazie a questi ragazzi, fa onore al’intera nostra cittadina, c’è da dire che tutti e quattro sono stati convocati dalla nazionale italiana WTKA di Kick boxing la quale parteciperà al campionato mondiale che si terrà da 31 ottobre al 4 novembre prossimi, sempre a Massa Carrara.Il Ponte Nuovo si unisce ai tanti nostri concittadini che si sono complimentati (e stanno continuando a farlo) con l’intero team e con il loro istruttore Giuseppe Picaro (vedi foto), formulando un sincero “in bocca al lupo” a tutti in vista dei prossimi impegni. Forza ragazzi continuate così!

2018 Anno 11 n°1

ilpontenuovo-1-2018_Page_01

Scarica il pontenuovo 2018 anno 11 n°1

Sfoglia il pontenuovo 2018 anno 11 n°1

Post Navigation